Social Icons

-

Pages

giovedì 17 dicembre 2009

Sesso con Anfisa Chekhova!

Anfisa Chekhova [Анфиса Чехова] è un'attrice e presentatrice televisiva, divenuta enormemente popolare conducendo il programma televisivo “Sesso con Anfisa Chekhova” [Секс с Анфисой Чеховой], dove la sensuale Anfisa insegna le arti amorose riscuotendo un immenso trionfo e popolarità.

Anfisa Chekhova è nata il 21 dicembre 1977 a Mosca. Già durante l’infanzia la bella Anfisa aveva solo un desiderio, quello di diventare un’attrice o una cantante. Così la giovane Anfisa si iscrive all’accademia russa delle arti teatrali, il
Gitis [ГИТИС], dove però percepisce l’arte teatrale come arte della tragedia. Da questa considerazione ricevette una spinta dentro se stessa, preferendo e scegliendo la televisione, anche perché grazie all’ottima accademia appena conclusa, ottenne un piccolo lavoro come conduttrice al canale MuzaTV [MузТВ] e successivamente viene assunta sulla più famosa TV-6 [ТВ-6]. Il successo popolare arrivò ben presto grazie al programma “Show-Business” [Шоу-бизнес] che magistralmente conduceva, ma soprattutto perché mostrava una femminilità, ed un corpo, che conquistò gli spettatori e i media. Così, improvvisamente, sull’onda della prima popolarità, nacque l’idea di dare vita ad un programma sul sesso che portasse il suo nome: “Sesso con Anfisa Chekhova”.
“Alcune volte ho il terrore di essere sopravvissuta, televisivamente parlando, a causa delle dimensioni del mio seno, questo mi succede perché l’uomo, quando prova a conoscermi, non guarda i miei occhi, ma osserva il mio seno! E mi chiedono se possono presentarsi e fare la mia conoscenza, continuando a far cadere il loro sguardo sul seno! Sai io cosa rispondo ogni volta? "Ok, adesso io ed il mio seno ci consultiamo, poi le faremo sapere la nostra decisione." Effettivamente gli uomini sono più interessati al mio seno che alla ragazza che c’è dentro, così io allontano queste persone dalla mia vita. E tante volte ho voglia di gridare: "Io non sono solo il mio seno! Sotto il mio seno c’è un’anima! Una ragazza!"

Scopriamo la sensuale Anfisa...



Il più importante ruolo interpretato dalla bella Anfisa nel grande schermo, è stato il sensazionale film “Io ti amo” [Я люблю тебя] del 2003, dove interpreta il ruolo di una cameriera da bar. Il lungometraggio ebbe un grande successo nazionale in Russia.

In una recente intervista gli è stato domandato se è complicato condurre un programma sul sesso. span style="font-family: Arial, Helvetica, sans-serif;">"Non è difficile parlare di sesso, più che altro è difficile il lavoro di presentatrice, in quanto in questo argomento è possibile cadere nelle banalità, questo è possibile se ci stoppiamo sui bigottismi, mentre con gli spettatori è necessario parlare del sesso apertamente, dando a loro la stessa possibilità. Abbiamo provato inizialmente attraverso il colloquio, cercando di comunicare una certa istruzione, ma abbiamo capito che nell’amore e nel sesso non possiamo dare qualunque istruzione agli spettatori: dove, come e quando. Il mio spettacolo non deve essere rigido in materia. Infine siamo arrivati all’idea che il programma doveva essere come lo vediamo oggi. Forniamo realtà, storie vere circa il sesso e l’amore, circa gli atteggiamenti della gente nei momenti di vita sessuale, che non vengono descritti nello studio, ma sono registrati come video o fotograficamente nel, diciamo, naturale… Io stessa ho parlato di me, raccontando la mia prima storia di amore e di sesso, fornendo al pubblico la verità: di aver perso la verginità all’età di 19 anni!”
Un video dietro le quinte del programma "Sesso con Anfisa Chekhova"...

Il programma di Anfisa non racconta storie inventate, ma si basa su fatti realmente accaduti, perché la stessa presentatrice afferma che comunque “non è possibile soddisfare od avvicinare le realtà di milioni di spettatori che regolarmente ci seguono”.
“Il mio programma deve soddisfare tutti, io mi sento tranquilla a parlare di sesso. Raccontiamo storie sessuale, molte volte con incroci di amicizie, forniamo informazioni sulla letteratura sessuale del passato e del presente, non trascurando la musica, fondamentale per presentare al pubblico momenti di alto erotismo. Non c’è nulla di artificiale nella vita! Ed in questo modo pianifichiamo lo spettacolo, ricordandoci e ricordando al pubblico che nel sesso niente è illegale o vergognoso!”
“Nella nostra società ci dobbiamo vergognare di ben altro! Della violenza! Degli anziani poveri, dei bambini affamati e sporchi! Delle guerre e di chi muore di fame! Questo sono vere vergogne. Il sesso è un momento di piacere, basta togliersi le paure che molti hanno per una vita.”

“Il mio uomo ideale deve essere intelligente, sincero e buono. È importante che mi ascolti, che abbia la capacità di farmi sorridere, perché l’uomo deva avere un buon senso dell’umorismo, ma non troppo! Ed infine che sia interessato solo a me!”
“Molti uomini sembrano forti maschi all’apparenza, ma nell’intimo si perdono facilmente, alcuni sono maneschi e pochi sono veri uomini nei momenti caldi, il che non significa essere dotati! Ma saper condividere con la donna un momento intenso e non condividerselo da soli… Alcuni mi danno della femminista quando faccio di questi discorsi! I giornali scrivono che sono femminista ogni qualvolta tratto l’argomento maschile.”

“Alcune volte penso che può esistere un’amicizia vera tra un uomo ed una donna, ma ogni volta devo ricredermi, perché se un uomo non riceve qualcosa da un punto di vista sessuale, con il tempo il rapporto di amicizia si raffredda. Però, al momento, ho buoni amici, è non parliamo mai di sesso.”
“Anche per questo ho molte amicizie con gli omosessuali, sono sempre sinceri e posso trattare tutti gli argomenti possibili senza che ci sia sempre un doppio fine.”

La bella russa ha già programmato i suoi due prossimi anni, in quanto tra poco otterrà l’adozione di una bambina della Cambogia. “Certamente, per i nostri bambini russi, la vita negli orfanotrofi non è facile, ma quello che si presenta in Cambogia, è semplicemente oltre i limiti. Ho sentito storie terribili! Ho visto situazioni drammatiche! Genitori che decidono quali dei loro figli devono essere operati per vendere i loro organi ed avere la possibilità di sopravvivere! Queste cose rendono la mia anima triste e dentro provo una grande sofferenza, ed io che ho la possibilità di farlo sto provando ad aiutarli, per questo avrò presto questa bambina che adotterò come figlia, senza mai fermarmi ad aiutare quei paesi e quelle persone che hanno veramente bisogno.”

Altri due video di Anfisa...






Se siete interessati a visitare l'accademia russa sulle arti teatrali, basta cliccare il link.

0 commenti:

Posta un commento