Social Icons

-

Pages

sabato 19 novembre 2011

Spike heels... tacchi a spillo!

C’è molta neve in strada questa mattina. La temperatura è rigida ed oggi è più freddo di ieri! Brrr!!!... Però dopo una settimana il cielo è aperto, certamente è bello, c’è luce e sole, ma per questo durante la notte la temperatura è scesa e le strade sono ghiacciate. Sono le 8 del mattino, mi stringo per scaldarmi mentre seduto nello solito vecchio e sporco autobus sto andando in ufficio.

Ok! Intanto prima di proseguire la storia godetevi questo video: Sexy black platform shoes in the snow!


Quando mi trovo alla solita piazza pulisco timidamente il vetro che è ghiacciato per via della differenza di temperatura tra dentro e fuori, è freddo anche il vetro, ma devo farlo, ormai è un’abitudine vedere la temperatura esterna tramite un termostato elettronico installato nella piazza tre fermate prima di scendere. Bene, anzi male! Ventitre gradi sotto zero! WoW!... Inutile pensarci perché è normale in questo paese, basta coprirsi per stare bene, l’area è secca, non entra attraverso i vestiti e la temperatura interna è sempre ottima. Il problema sono le mani, quando ti togli i guanti il freddo pizzica, ma anche il viso se tira vento è come sentirsi tagliuzzati da un’infinità di sottili lame, ma anche fermarsi troppo per strada non è salutare.
Ok, sono arrivato, questa è la mia fermata, in pieno centro. Mi alzo dal mio posto e molte persone scendono dall’autobus a questo bus stop. Con calma appoggio il piede sul marciapiede, è ghiacciato, sono lento ed impacciato, ma bisogna stare attenti, soprattutto per i primi cinque passi, i più pericolosi, almeno per me. Mentre mi avvio a comprare il solito pacchetto di sigarette, nel solito multi service russo e dalla solita ragazza, noto che sulla neve ghiacciata è pieno di impronte, ma non ben visibili, mentre sono molto visibili le punte dei tacchi di scarpe da donna. Punte grandi, medie, piccole e strette! Ogni volta mi domando: ma come fanno a camminare sul ghiaccio con queste scarpe? Entro nel negozio che vende pane, biscotti, latte, liquori, birra, sigarette, giornali, e tanto altro, compresi preservativi e prodotti per sesso anale belli esposti senza alcun ritegno. Come entro dentro, il mio sguardo si imbatte con due ragazze russe, che ovviamente calzano stivali con tacco alto e sottile. Tutte e due indossano la minigonna di colore nero. Una è bionda, anzi quasi bianchi, l'altra è castana. La bionda indossa stivali molto aggressivi a tacco alto di colore rosso, una giacca a vento che gli arriva all’altezza della vita, mentre l’altra ragazza indossa stivali neri che gli arrivano a coprire le ginocchia ed una giacca che supera la vita, ma che non copre completamente la minigonna. Le calze sono trasparenti, sono molto truccate ed hanno stampato un grande sorriso. Sento il loro profumo nell’aria, sembrerebbe una marca francese, un classico da queste parti! Loro, le ragazze russe, lo capiscono subito che non sei russo, ma un forestiero, ed allora ti sorridono e ti seguono con lo sguardo un poco incuriosite. Ci penso, ma non ho tempo adesso per loro, ho il lavoro che mi aspetta, poi se ho voglia esco stasera. Volgo il mio sguardo da altra parte e acquisto le sigarette dalla solita ragazza: Tanya. Lei come tutte le mattine fa un sorrisetto timido, ma anche compromettente. Pago ed esco. 
Quando sono fuori dal negozio, ecco le due ragazze di prima ferme subito dopo l’uscita, si stanno accendendo una sigaretta con molta calma, danno l’impressione di non avere freddo, non indossano nemmeno i guanti, mentre io passando da un ambiente caldo a fuori mi sembra di essere entrato in un congelatore. Faccio anche fatica ad aprire il nuovo pacchetto di sigarette, ho freddo alle dita delle mani, mentre loro mi guardano e sorridono per quanto sono impacciato. Con molta femminilità fumano la loro sigaretta, potrei sognare anche una scena erotica se potessi cancellare tutto il resto che ci circonda. Ok, inutile pensare, devo andare, ho finalmente acceso la mia sigaretta. Loro mi seguono con lo sguardo e la ragazza bionda mi dice "какой мужчина!" con un sorriso smaliziato. Io ammicco la bionda e riprendo la mia strada per andare in ufficio. Sento il loro sguardo e le loro chiacchiere anche da distante, poi guardo in basso e vedo tanti buchi grandi, piccoli e di tutte le dimensioni sul ghiaccio. Questo era solo l’inizio, altri tacchi a spillo incrocerò oggi!

0 commenti:

Posta un commento